Layout Space Scaling - Come dovrebbe funzionare?

Faccio un Layout, ci butto dentro la squadratura foglio, aggiungo qualche vista “shade” dell’oggetto, imposto la scala delle viste così da averle coerenti con la scala specificata sul cartiglio e poi metto qualche quota…
Troppo piccole per essere leggibili; allora seleziono le quote e, dalle opzioni, imposto la “Model Space Scale” a 10 così da ingrandirle (come faccio normalmente, durante la modellazione, sulle viste standard di Rhino).
Non succede nulla… allora faccio doppio click sulla vista in modo da attivarla, piazzo la quota nello spazio di modellazione e gli imposto la scala… niente da fare, rimangono piccole.
Allora controllo le impostazioni del documento per vedere sia attivato il Layout Space Scaling…

tutto attivato… ma, contrariamente a quello che succede con il Model Space Scaling, se disattivo il Layout Scaling allora le quote appartenenti allo spazio di modellazione cambiano dimensione, mentre se lo riattivo tornano a dimensione “normale”.

Le quote sul Layout, invece, non si possono scalare in alcun modo… devo crearmi uno stile di quotatura apposito con le dimensioni giuste per il layout (quote blu con stile quotatura differente dalle altre).

Come devo interpretare tutto ciò? Bug o funzionamento voluto?
Non mi pare una cosa fatta molto bene

Secondo me quello che trae in inganno è “Model Space Scale” contro “Layout Space Scale”.
Uno penserebbe che la stessa cosa succede nel Model e nel Layout.
In realtà il Layout Space Scale serve a lasciare della stessa dimensione la quota indipendentemente da quanto zoommi dentro o fuori quella vista in un layout… che è cosa diversa dalla logica del Model Space Scale.
Per avere quello che chiedi (non saprei se la soluzione ti soddisfa) basta selezionare le quote e impostare un height maggiore che renderà più leggibile il tutto nei layout.

Diciamo che cambiare solo la dimensione del testo non è accettabile.
Devi scalare tutta la quota (frecce, gap testo, gap linee, dimensioni centermark…) per avere qualcosa che sia decente.
Non trovo “furbo” il fatto di avere la scalatura sul modelspace e non nel layout (il layout lo vedo come uno spazio a parte che dovrebbe avere le stesse regole di funzionamento del model space ma mi sembra di capire che chi lo ha creato non ha la stessa opinione).
Stesso problema lo incontro nell’interpretazione dei campi Style e Model Space Scale inseriti all’interno della sezione Text quando dovrebbero stare un livello sopra (lo stile e la scala riguardano tutti i campi, non solo il testo) e, nel caso di voler selezionare tutte le quote (lineari, radiali, angolari…) poter modificare all’unisono sia lo stile che la scala (adesso bisogna selezionare tipo per tipo ed impostare stile e scala… no bueno…).

Infatti chiedevo se era accettabile.
In generale la questione è tutto fuorchè chiusa e ci sono diverse opinioni e modi di vedere su questo.
Se provi a postare su forum Inglese bedrai che si accende subito la disputa pro-contro.
Mettendo “sopra” gerarchicamente a Text i campi Style e Model Space Scale lo applichi giustamente a tutti quelli sotto ma non dai la possibilità a chi vuole editare nello specifico oppure dovresti ripeterlo per ognuno degli altri elementi.

Sei serio? Mi vuoi dire che c’è qualcuno che ha bisogno di selezionare tutte le quote e poi impostare una scala di un tipo se sono angolari, di un altro se sono lineari e di un altro ancora se sono radiali?
Non è che il programmatore non sapeva come organizzare i differenti campi nella finestra proprietà in caso fossero selezionati più tipi di quote insieme?
E magari non gli è venuto in mente che i campi “trasversali” che vengono proposti in tutti i tipi di quota (Testo, Stile, Scala ecc.) dovevano essere “collegati” insieme per permettere di editarli in un colpo solo?
Mi pare tanto una cosa fatta in velocità più che legata ad una necessità… o forse il mio modo di modellare è troppo vecchio ed obsoleto per poter competere con i nuovi cervelli che usano Rhino.
Forse più avanti faranno la stessa cosa con le curve… le selezioni e per modificare il layer di appartenenza si dovrà andare prima nelle proprietà linea, poi in quelle delle spline, poi quella degli archi…

No ti assicuro.
Chi si occupa di questo (Lowell) è vecchio stampo pure lui ed è tutto meno che trascurato.
Non ti voglio annoiare con le tonnellate di supporto evaso su questo argomento ma ho molti casi di gente che ci ha fatto mettere le mani su dettagli specifici di uno stile perchè la dimensione di una freccia di quota non era impostabile a valori minori di 0.001. Tipo unità di misura in metri e dettagli al millimetro con quota editata ad hoc.
Spesso non è come sembra…

Si, ma se Lowell deve piegarsi a seguire ragionamenti di gente che, invece di imparare a lavorare bene, fa modificare il programma in modo che lavori male come loro… capisci che il grado di inxaxxaxura aumenta.
Fatto sta che le quote, per me, sono diventate una spina nel fianco; quando passo da “spazio di lavoro” a layout devo sempre muovermi con circospezione per non incasinare tutto (e molte volte lascio perdere il layout e uso solo lo spazio di lavoro anche se mi sento di perdere quel “plus” che andrebbe bene salvare con il disegno).
Grazie per la pazienza, sto diventando un vecchio brontolone…
Ciao Giuspa!

PS
Vorrei anche capire perchè nei dettagli non è stata ancora inserita un’opzione per definire solo cosa visualizzare (tipo un “show in detail” contrario a “hide in detail”) per far si che i nuovi oggetti nello spazio di lavoro non mi vadano ad interferire con quello già inserito (o c’è già e me lo sono perso?).
Inoltre, i dettagli con forme diverse dal rettangolo (tipo cerchio, nuvola di revisione, spline…) verranno inseriti prima o dopo (o anche questo me lo sono perso)?

direi dopo…
a oggi siamo fermi a questo: http://tips.rhino3d.com/2016/06/make-layout-detail-of-any-shape.html

na cosa mi chiedo: ma non ti è più comodo levare dalla impostazione delle quote il “Enable Layout Space scaling”

Ok, quindi si fa una maschera con l’hatch bianco per nascondere quello che non si vuole.

Non avrebbe alcun effetto sulle quote inserite nel layout… solo su quelle presenti nel Model Space… cosa che faccio già come spiegato nella procedura iniziale dove chiedo come mai le due spunte “ragionino” in maniera diversa (a mio parere quello che porta ad avere confusione è la mancanza di un parametro che imposti il Layout Space Scaling… ma probabilmente è un mio limite mentale)

Ciao Lucio, volevo solo dirti che sei in buona compagnia.

1 Mi Piace

Pure io faccio confusione con questi dettagli… per le volte che devo mettere in tavola 2d dei disegni mi arrangio ancora a farlo nell’ambiente di modellazione e non nei layout

1 Mi Piace