Etere: radio tv gps wifi ed infine le Mesh

Il sistema funziona grazie alla tecnologia “mesh”

le “Mesh” ci circonderanno ahahahah

che coincidenza, questa sera a canale20 film: “il cavaliere oscuro”

Batman alla ricerca del Joker usa tutti gli smartphone degli abitanti di Ghotam per mappare la città

beh a distanza di 10 anni con questa tecnologia si può dire che ci sono riusci? “cose da complottisti…” :slight_smile:

Ho letto adesso l’articolo… praticamente sono delle basi wifi collegate come repeater… cosa fattibile con qualsiasi coppia di router wifi per estendere il campo di copertura… prima di mettere la rete cablata su tutto il capannone, utilizzavo tre router della netgear (mi pare di averli pagati intorno ai 60 euro l’uno) per collegare l’ufficio tecnico e quello commerciale (diametralmente opposti) in un capannone da 4000 mq (con copertura wifi su tutto il capannone).
Questo accadeva circa 10 anni fa… e oggi la vendono come una grande novità?
Ma i giornalisti sono competenti su quello che scrivono o prendono le marchette dai produttori?
Per la cronaca, i router sono ancora funzionanti e danno la copertura su tutto il capannone come singoli access point connessi alla rete cablata… ho solo dovuto sostituire gli alimentatori (che si erano “cotti”) mettendo su dei trasformatorini da quadro elettrico (costano una cavolata, hanno il doppio dell’amperaggio di quelli originali).
Google wifi: chupaaaaa!

ciao Lucio

beh avevo aperto la discussione giusto per accostamento tra le due mesh, quelle di rhino e quelle etere
giusto due chiacchere da bar :slight_smile:

si in pratica si sono dei router collegati tra di loro, solo che google ovviamente implementando le funzionalità, e diventando di semplice utilizzo in modo da essere alla portata di tutti estendendo maggiormente il target

infatti nella pubblicità degli ultimi giorni si vede che invece di andare a fare le ricerche su internet scegliere la musica da ascoltare etc lo chiedi a google è lui esegue tutto a tuo piacimento, tipo J.A.R.V.I.S. di IronMan :slight_smile:

poi ieri nel film di BatMan veniva sottolineato che chi possedesse tale tecnologia avrebbe un potere enorme
ma sono così potente queste mesh ahahahah

battute a parte una domanda mi sorge spontanea:
ma sono i film che si ispirano alle future tecnologie o sono le persone che realizzano ciò che vedono nei film?

Stanno facendo pubblicità a Google Assistant che non viene installato di default su Android ma te lo devi scaricare.
Questo per fare concorrenza a Siri e Cortana che invece sono installati di default sui relativi sistemi operativi.
Se non spingono su Google Assistant va a finire che nessuno lo usa e perdono quote di mercato… io lo ho installato tempo fa… usato poco perchè non era ancora molto performante, ma le ultime versioni sono molto buone e riconoscono le domande anche parlando con la bocca piena (provato intanto che sbafavo un paninozzo con la porchetta! :wink: )
La cosa che mi lascia perplesso è che i cosidetti “esperti” di tecnologia ti fanno l’articolo parlando degli apparati come fossero qualcosa di “magico”… ipermega incredibile… cose che prima erano impossibili da ottenere…
Pochi contenuti, pochi dati tecnici, poco di tutto… una perdita di tempo.

Secondo me, cercano una tecnologia “spinta” supercostosa utilizzata da pochi (magari anche poco conosciuta) e la esasperano con effetti speciali; a distanza di 20 anni ti ritrovi a parlare di quella tecnologia come una cosa normale e ti viene in mente un qualche film dove l’avevano “immaginata”.
Ad esempio:
I Robot, macchine elettriche che guidano autonomamente
Mission Impossible, stampante 3d che fa la maschera in silicone “al volo”
Tra qualche anno ci ritroveremo con la mobilità su levitazione magnetica (basta buche a roma), macchine che riparano il corpo umano “stampando” organi con il tuo dna, automi che eseguiranno operazioni di salvataggio in luoghi impraticabili per l’uomo… cosa ti viene in mente dopo? :cowboy_hat_face:

Ciao Lucio, per le machette non saprei ma non ne rimarrei stupito.
Per quanto riguarda la loro competenza basta leggere quello che scrivono. :sob:

2 Mi Piace

ma stai sempre a mangiare ma dove metti tutta questa roba ahahahah

vabbè ja per fortuna che ho inserito in post in bar diciamo che il luogo è quello giusto :joy:

1 Mi Piace

…hummmm… la zappa… oppure la vanga. Un prodigioso ritorno alla cura dell’orto. Vuoi mettere?

ahahahah grande Giuseppe :slight_smile:

ps pensandoci bene l’idea non è male.

Ciao ragazzi

… Stavo dando un’occhiata a un giornale (dal Web) e mi sono imbattuto nell’ennesimo articolo
( parla di una ruota studiata dalla NASA ) scritto, evidentemente traducendo da un testo in inglese, da
qualcuno che non sa di cosa sta parlando (cioe’ scrivendo).

Fatto salvo che anche i giornali suppongo tirino a campare come quasi tutti noi, e quindi non abbiano
le risorse per offrire un servizio decente ( cosa che tra l’altro sembra ormai essere la norma in questo paese, ma in fondo siamo in democrazia per cui sono cavoli nostri ), pensavo che sarebbe bello se ci fosse un posto (virtuale) dove poter mandare i link alle varie castronerie che ci capita di leggere, intendo da organi di informazione regolari, non dal blog del vicino.
Certo poi ci vorrebbe qualcuno che (gratis ovvio) corregga gli errori e pubblichi la versione corretta.

Siamo nel mondo dei sogni, eh ?
Sara’ il caldo …

Buon weekend ! :slight_smile:

P.S.

Comunque anche parecchi anni or sono, in tempi pre-crisi o almeno pre-crisi-conclamata,
ricordo alcuni svarioni in un sedicente inserto scientifico di un prestigioso quotidiano.
( Era Tuttoscienze de La Stampa, mio padre era abbonato al giornale ).
Alcuni li avevo segnalati, ricevendo anche cortese risposta dal giornalista,
Come ho detto, avevo riscontrato una grande cortesia, certo.
Ma anche l’impressione che in fondo al giornale non interessasse gran che dare il giusto peso ai diversi termini.

Insomma, sembrava di capire “Ma cosa vuoi che me ne importi se sono KW o KWh … che differenza fa ?”
Pare che anche l’informazione tecnico-scientifica (o cio’ che si spaccia per informazione tecnico-scientifica ) sia spesso affidata ad esimi letterati, o ad aspiranti tali …

In bolletta parecchia.

Da ragazzo ho letto un articolo di una rubrica tenuta su OGGI da un importante giornalista e scrittore.
Parlava di un virus che aveva infettato il computer di un Prelato che stava scrivendo un importante trattato teologico.
Il virus aveva ovviamente “attaccato” il file del trattato ma attenzione, non lo aveva mica danneggiato o cancellato … troppo semplice.
Lo aveva modificato cambiando parole e riscrivendo intere frasi in maniera che il risultato complessivo fosse un testo perfettamente logico ma blasfemo.
Non vi dico lo stupore e l’imbarazzo del Prelato.
Non ho la diplomazia di Emilio e quindi è stato molto meglio che non gli abbia scritto.
Un dubbio però mi è sempre rimasto: ma secondo voi il virus accedeva direttamente al file o usava anche lui il word processor?

Anche tu, pero’ … belle pretese da OGGI, eh … :smile:

Forse era solo un precursore della moderna intelligenza artificiale … :wink:

A proposito di virus (… che non camminano), tempo fa mi sono imbattuto in un articolo su di un virus piuttosto interessante … Anche se non ancora in grado di disquisire di teologia.

https://www.quora.com/What-is-the-most-sophisticated-piece-of-software-code-ever-written/answer/John-Byrd-2

Ricordo un venditore di pannelli solari fotovoltaici … che confondeva tranquillamente KW e KWh ( dev’essere una filosofia molto diffusa, non solo tra i giornalisti. Forse ci sara’ un partito alle prossime elezioni )
Non ispirava una grande fiducia …

Su ongi macchina è una delle prime cose che faccio:

Credo che per i pc il peggior virus sia il cervello dell’utilizzatore!

Credo che per il pc il peggior virus sia Windows. :sunglasses:

Grazie per la dritta !