Polisuperfici autointersecanti


#1

Un saluto a tutti.
Mi capita di disegnare delle poli superfici che si auto intersecano, tipo il nodo che allego (1).
Rifinisco sempre il tutto togliendo le parti interne della poli superficie che non servono.
Prima domanda: è un lavoro inutile o in un buon modello 3D va fatto?
Nel caso vada fatto ho notato che Rhino non “vede” le auto intersezioni, non posso quindi procede direttamente troncando le superfici di troppo.
Non ho trovato di meglio che procedere così:
separo la poli superficie in prossimità della intersezione (2)
taglio le parti in eccesso (3)
riunisco il tutto (4)
Mi capitano spesso casi in cui le intersezioni sono decine, due scatole così!!!
C’è un metodo più efficiente di procedere?
Grazie infinite per qualsiasi consiglio.
Fabio.
Polisuperfici autointersecanti.3dm (1,4 MB)


#2

Ciao Gambler, è vero quello che dici, io per aggirare il problema SPLITTO in due parti e poi faccio “shrink to edge” in modo che le superfici non siano più uguali a quelle originarie. A questo punto le intersezioni le riconosce senza problemi.


#3

Per riunire il tubo dove hai splittato usa il comando _MergeSrf così sparirà la giunzione
Vittorio


#4

Ciao.
Non ci sono le srf/polysrf autointersecanti ma anche le mesh…
E’ una buona pratica lasciare la parte dentro? No.
Ma…
dipende da cosa devi fare dopo. Prototipi? Verifica solo che il programma che prende in carico l’STL lo sappia trattare anche se autointersecante. Il mio software Zortrax è bravissimo in questo.
Se passa il colpo… end of the problem…
Diciamo che passare in Magics una mesh per ripulirla è…da cioccolatai…:grin:


#5

Grazie mille Sanpol e Vittorio.


#6

Ciao Giuseppe, io ho sempre rifinito il tutto togliendo le parti interne nonostante il service che mi fa le stampe mi abbia detto di non guardarle neanche, ci pensano loro e sistemano al volo appunto con Magic.
Sarà una fissa mia ma preferisco perdere del tempo e fare un lavoro fatto al meglio delle mie possibilità.
Controllo anche sempre gli STL perché ho notato che a volte rimane dentro qualche schifezza.
Il tool di riparazione delle mesh di Rhino mi sembra piuttosto scarsino però … o no?

Fabio.


#7

Fai benissimo!
No, non è scarsino. Fa tutto quello che deve fare ma non è Magic. Non è pensato per quello. Magic serve (anche) per sistemare (rendere prototipabili) le peggiori schifezze senza far perdere tempo all’operatore e fare in modo che le macchine lavorino.

Tornando alle self-intersect:intanto non parlerei di polysrf altrimenti incasiniamo ancora di più ma mi limiterei al caso di pipe o simili (srf con un seam ovvero tubolari). Il caso generico di una srf autointersecante è molto più complesso.
Nel caso di forme tubolari si ha il vantaggio di curve chiuse sulla srf che serviranno a trimmare.
Automatizzare per mantenere alla fine delle suddivisioni solo le parti utili è un po’ un rebus. Ho delle idee ma dovrei approfondire.
La stessa selezione di come suddividere la forma tubolare dipende da come sono disposte U e V.
Una parte del lavoro può essere molto velocizzata vedi allegata definizione GH e file Rhino.
Lo switch (così,cosà) per trovare la direzione U/V di isosplit voluta.
selfintersect-gm.gh (10,7 KB)
selfintersect-gm.3dm (124,9 KB)


#8

Bravissimo!:+1:


#9

Grazie mille Giuseppe, sveltisce molto il lavoro!
Gli ho dato in pasto un intreccio improbabile e se l’è cavata bene, ha saltato qualche pezzo dove si intrecciavano tre forme tubolari ma non ha tagliato in punti sbagliati.
Fabio.


#10

Bene, mi fa piacere. Nel caso di pluriautointersezione dovrebbe essere un filo più sofisticato…


#11

:blush: