Migliorare realismo nei render vray per rhino

Buongiorno avrei bisogno che mi si consigliasse qualche buon tutorial avanzato per migliorare le capacità di setup dei render con Vray per Rhino, con l’obbiettivo di puntare a render fotorealistici, in particolare di scene di interni. Oppure consigli in tal senso.
Fare il render realistico di un singolo oggetto mi sembra sempre più facile rispetto ad ottenere il realismo in un intera scena! I miei render quando li guardo mi sembrano sempre un po’ con un effetto “cartoon” XD… dal punto di vista della modellazione ho cura di arrotondare i bordi ritengo di cavarmela. Le texture e le mappe che utilizzo hanno una risoluzione intorno ai 2048X2048 e provengono (per quanto possibile) da foto che io faccio in giro e il meno possibile da internet ,fatta eccezione per le foto che non posso fare HDRI e di sfondi. Utilizzo un plugin chiamato pixplant e photoshop per ottenere mappe di displacement, specular etc e per ottenere texture “seamless” dalle foto.
Nelle mie scene di interni di solito c’è un vray sun, lascio filtrare la luce dall’esterno attraverso un materiale trasparente vetro, non uso le portal light perchè non ho capito esattamente gli effetti. So che dovrebbero far passare la luce del vray sun attraverso una finestra (anche geometria chiusa e non trasparente?)… ma sinceramente non lo vedo funzionare nel render… mi sembra che si comporti come una normale rectangular light. O forse non ho capito bene come si impostano.
Imposto i preset scena d’interno su qualità media o alta, light cache come secondary bounces, come filtro anti aliasing solitamente scelgo Catmull Rom perchè con “Area” vengono decisamente sfuocati i render. Per il resto imposto solo camera Fnumber e Shutter speed… e tutto il resto lo lascio abbastanza a default.

Questa più o meno è la mia situazione, se mi indicate qualche tutorial o video corso interessante da cui possa imparare qualcosa in più, me lo guardo volentieri. Grazie

Ciao Bruno.

4 cose fondamentali da fare per raggiungere il fotorealismo:

  1. Riflessioni: ogni oggetto riflette, seppure un minimo, anche un intonaco , anche un tessuto.
  2. Composizione: studia un pò di fotografia, la scelta dell inquadratura e degli oggetti da inquadrare o meno è spesso più importante della qualità generale del render.
  3. Post-produzione: il render non finisce quando vray lo ha calcolato; salva i tuoi render in exr a 32 bit, aprili con photoshop e sistema il contrasto, l’esposizione il bianco, e tutto ciò che ti è possibile in post.
  4. Reference: il modo migliore per migliorare è avere sempre delle immagini di riferimento , che ti ispirino a livello di composizione e sopratutto nella simulazione dei materiali e della luce. Senza una reference la realtà ci sfugge…
3 Mi Piace

…Apperò che bel post hai scritto!!!
Me piace assai!

…è tutto troppo a fuoco. Questo crea un effetto che supera il fotorealismo… e devasta la profondità di campo.
La auto occlusion (non ho idea di come si gestisca in V-Ray) sembra poco propagata. Molto forte ma poco diffusa (radius). Zona a sinistra nell’immagine del divano e cuscino steso.

In ogni caso citofonare: Riccardino Gatti

3 Mi Piace

Nella speranza che al citofono oltre al nome “Riccardo Gatti” ci sia anche il mio… un piccolo suggerimento.

Le rectangular light da mettere ad ogni finestra o comunque dove può entrare la luce del sole sono piuttosto importanti. Anche io però non le uso con l’opzione “portal light” perchè sono meno gestibili e danno troppa dominante blu. Di solito le gestisco come normali luci, naturalmente invisibili, e con “affect reflection” spento.In questo modo, per esempio si può evitare di avere sempre il sole che entra nella stanza, con la conseguente sovraesposizione di cui parlava anche Giuseppe. Concordo sul discorso “references”.

2 Mi Piace

Io non uso quasi mai le vray portal.

Sono fondamentali se usi il vray sun e il vray sky nell environment, in quanto in quel modo ti danno una mano nel calcolo dell’illuminazione.

Infatti il sistema vray sun + sky, produce luce diretta solo per i raggi solari, non per il resto del cielo, quindi tutto il calcolo della luce del cielo è appannaggio della gi ( irradiance map ). se attivi i vray element del lighting risulta totalmente nero dove non arrivano i raggi del sole.

Se invece piazzi le portal alle finestre noterai che, anche senza il sole avrai nel lighting l influsso della luce emessa dal cielo ( ecco la dominante blu)…

Grazie della citazione, ma i giovani crescono velocemente.
Andrea, che sa il fatto suo, ti ha dato ottimi consigli.
In particolare il primo punto su cui lavorare é la composizione dell’immagine.
Qual’é il soggetto? Cosa vuoi mostrare?
Usa il contrasto per evidenziare il soggetto, ma non per bruciare l immagine.
Concordo sul fatto che la zona illuminata sia troppo bruciata, aggiungi una luce a pannello per schiarire e sfumare le ombre, riduci lo shutter, e l immagine apparirà già migliore.
Ultimo il photoritocco può fare miracoli.
Ti serve un corso di Photoshop :wink: non di Vray

Grazie a tutti voi per i consigli che ho letto con interesse (da giorni ma non ho avuto molto tempo di rispondere). Ci stò lavorando su.